YIN WU

Stampa

Prezzo di vendita: 65,00 €
Descrizione

YI WU MOUNTAIN BEENG CHA

 

Da alberi antichi

Proveniente da un territorio situato a est di Xishuangbanna, confinante con la provincia laotiana di Phong Sali, Yi Wu è un tè di montagna molto conosciuto nello Yunnan.

Giunto alla ribalta nel 1990, la qualità di questo tè di montagna è comunque  nota sin dal 18° secolo.

La "montagna" di Yi Wu, è parte del complesso montagne dello Yunnan  e copre una superficie che si estende quasi 50 km da nord a sud e circa 38 km da est a ovest

nel punto più largo, con quote comprese tra 600 e 180 0m e comprende una serie di villaggi a volte distanti tra loro.

All' interno di questo territorio esistono grandi differenze di prodotto in parte attribuibili a quote eterogenee tra i diversi terreni della stessa montagna, ma anche a grandi differenze dei suoli e dell'esposizione alla luce.

A ciò si aggiunge un altro punto importante che e la natura degli alberi, sotto la definizione "varietà Yunnan grande foglia" si raccolgono un centinaio di selezioni diverse di piante di te dovute a mutazione e incrocio naturale,

distribuite, sin dai tempi più antichi, in modo tale che i tipi di alberi da una valle all'altra può essere molto diversa.

Esiste però un profilo comune, pur nella loro diversità, condiviso da un certo numero di tè di questa zona, pur offrendo una discreta varietà di gusti.

Un fattore determinante resta comunque quello legato alla pratica colturale impiegata, intensiva ad arbusto, che permette grandi rese tramite la potatura che facilita la spiumatura delle foglie, con alberi secolari,

generalmente frutto di antiche piantagioni lasciate inselvatichire a cui non si applicano tecniche colturali particolari e, infine, la raccolta su alberi spontanei in foresta, dove la forte coesistenza di alberi di diverse specie,

 determina una sostanziale diversità del prodotto in qualità ed in valore.

Il tè che stiamo presentando e stato raccolto nelle vicinanze della cittadina stessa di Yiwu in vecchie coltivazioni indigene, risalenti al tempo imperiale, lasciate inselvatichire e sviluppare liberamente,

non beneficiano di alcuna pratica colturale e sono processati con tecniche esclusivamente manuali secondo le antiche tradizioni e, a nostro parere, rappresenta una buona presentazione di questo tipo di te.

Peso: 357 g

CONSIGLI PER UNA CORRETTA PREPARAZIONE:

Per preparare correttamente questo tipo di tè è consigliato impiegare il metodo orientale di preparazione che consiste nel rispettare le seguenti regole di carattere generale:

la teiera deve avere la capacità pari alla quantità di tè che si vuole preparare, è sbagliato impiegare una teiera con capacità di un litro per prepararne solo mezzo:

non impiegare cestelli di infusione e tantomeno infusori metallici o bustine di carta o tessuto, le foglie del tè devono potersi aprire bene, hanno quindi bisogno di uno spazio adeguato;

l’acqua deve avere una temperatura tra i 90 ed i 100 gradi centigradi, per ottenerla bisogna portare l’acqua ad ebollizione, lasciarla bollire per alcuni minuti (2 o 3), quindi aspettare 3-4 minuti prima di impiegarla, per permettere ai sali minerali in essa contenuti, di depositarsi al fondo, di conseguenza non impiegare tutta l’acqua fatta bollire, ma eliminare gli ultimi 2-3 cm, quelli in cui i sali si concentrano.

Seguire quindi le seguenti regole:

1.       riscaldamento della teiera o della gaiwan, che avviene con acqua calda per un tempo che varia secondo la forma e la dimensione dello strumento impiegato, che si valuta in base al calore esterno dello stesso.

2.       lavaggio del tè: porre quindi all’interno della teiera o gaiwan, preriscaldata, la quantità di foglie di tè occorrenti in base al volume d’acqua che esso contiene, in questo caso ogni 50 cl (mezzo litro) utilizzare 10 grammi circa, su di esso si versa acqua a temperatura giusta, sino a coprire abbondantemente le foglie, chiudere con il coperchio e lasciare in infusione 4-5 secondi, per il tè compressi si può aumentare il tempo sino a 15-20 secondi, mentre per quelli a foglia sfusa e tenera, diminuirlo a 2-3 , quindi eliminare l’infuso ottenuto.

È tradizione impiegare questa prima infusione per scaldare le tazze ed altri attrezzi eventualmente impiegati.

Nella teiera o gaiwan devono quindi rimanere solo le foglie inumidite, ma senza liquido.

 

Essendo i tè compressi molto compatti, è bene aspettare alcuni secondi, a teiera chiusa, prima di procedere alla preparazione vera e propria, per permettere al tè di reidratarsi adeguatamente, cosa che si può controllare tramite l’aumento di volume del tè stesso nella teiera.

3.       Preparazione: versare sulle foglie di tè reidratate nella teiera, l’acqua necessaria sino ad arrivare al colletto, coprire, attendere da 30 secondi a circa 1 minuto, quindi colare in un recipiente con il quale si verserà, successivamente, nelle tazze, volendo riempire direttamente le tazze bisognerà versare piccole quantità di tè in passaggi successivi, facendo in modo che nessun partecipante riceva solo il primo o l’ultimo infuso.

4.       Il tempo di infusione potrà essere aumentato o diminuito di alcuni secondi (5-10-15’’), aumentandolo si darà prevalenza al gusto, diminuendolo si esalteranno i profumi, regolandosi secondo il gusto personale.

5.       Filtraggio: colando il tè è necessario avere cura che, nella teiera, rimangano solo le foglie, scolando molto bene il liquido, perché queste foglie serviranno per le infusioni successive; infusioni, che potranno variare secondo il tipo e la qualità di tè impiegato, da 3 sino a 6-7 o più; il numero di infusioni varia secondo il gusto personale e in funzione del fatto di quanto si aumenti, dopo la prima, il tempo per quelle successive, ma soprattutto dalla qualità del tè e dall’invecchiamento.

Recensioni

Nessuna recensione disponibile per questo prodotto.
 x 

Carrello vuoto